Scelta dei serramenti: l’importanza nella Case Passive e non solo

scelta dei serramenti

In una Casa Passiva, la scelta dei serramenti adeguati è importantissimo, perché a volte sono proprio i serramenti che fanno la differenza fra un “edificio passivo” ed una “classe A“.

Nell’articolo: L’importanza della progettazione nelle case passive abbiamo visto quanto sia importante effettuare un pre-calcolo per capire se l’architettura scelta sia adeguata per il raggiungimento dello standard passivo o meno. La corretta progettazione geometrica dell’involucro è un elemento fondamentale per raggiungere il fabbisogno energetico di riscaldamento e raffrescamento di un edificio passivo che è bassissimo.

Parametri essenziali per raggiungere obiettivo passivo riguardano sia involucro opaco sia involucro trasparente.

Se da un lato l’involucro opaco è abbastanza semplice da progettare e controllare, l’involucro trasparente (i serramenti) ha una complessità di progettazione maggiore.

Di fatto, mentre l’involucro opaco disperde soltanto energia, il serramento è l’unico componente di un edificio che può funzionare da collettore solare. In altre parole il serramento è l’unico componente che oltre a disperdere energia può permettere un apporto solare gratuito di energia. Quando andiamo a scegliere un serramento per un edificio passivo, il valore legato al singolo componente come il telaio o la vetrazione ha importanza relativa, infatti il serramento va valutato in base al suo bilancio energetico, che è un valore calcolato dinamicamente fra le dispersioni energetiche e gli apporti solari.

La scelta dei serramenti: stessa geometria ma con due serramenti diversi

Nell’esempio di oggi andiamo a confrontare un’architettura dove l’unico componente che varia nei due calcoli è il tipo di serramento utilizzato, per sottolineare l’importanza nella scelta dei serramenti. E in questo caso la scelta dei serramenti viene particolarizzata nel telaio impiegato.

Partendo dal presupposto che la vetrazione (il vetrocamera sempre con 3 vetri, due camere riempite di argon e distanziale warm edge) sia uguale in entrambi i calcoli, le differenze riguardano la “altezza” del telaio e il valore Uf. Al variare del serramento naturalmente varia anche il dettaglio costruttivo che nel nostro caso specifico si traduce in un una variazione del ponte termico di installazione (PSI install).

Nel primo caso è stato utilizzato un serramento con telaio super performante, ma poco sovra-coibentato, nel secondo caso è stato utilizzato un serramento di medie prestazioni però è stato sovra-coibentato fino al bordo vetro, in altre parole visto dall’esterno non si vede il telaio del serramento.

Nel primo caso dove abbiamo un serramento con un telaio straordinario è un valore di ponte termico di installazione molto basso, è possibile notare che il bilancio energetico totale del serramento (per meglio dire dei serramenti), risulta essere peggiorativo rispetto all’installazione di un serramento meno performante  ma globalmente progettato in maniera migliore.

Case Pssive come progettarle-www.centro-fea.it

Case Pssive come progettarle_b-www.centro-fea.it

Conclusione

È interessante notare come anche in questo caso un calcolo preliminare in fase di progettazione, ha aiutato al committente nella scelta dei serramenti più adeguato per la propria casa passiva, nel clima del sito e con le esposizioni predefinite.  Il pre-calcolo ha permesso al cliente la scelta dei serramenti meno performanti (che in questo caso erano anche più economici), ma che nel complesso hanno un bilancio energetico migliore, ovvero “funzionano” meglio in questo edificio. Dal punto di vista estetico la scelta dei serramenti non ha cambiato nulla, i due telai erano esteticamente simili.

Si nota ancora una volta come un pre-calcolo in fase di progettazione può aiutare il committente e il progettista nella scelta di alcuni componenti (serramenti).

Invitiamo tutti coloro che vorrebbero costruire una Casa Passiva, di progettarla non soltanto dal punto di vista architettonico, ma anche dal punto di vista energetico. Per ogni altra informazione siamo a vostra disposizione.

Se ti è piaciuto l’articolo lascia un tuo commento.

Samuel Buraschi

Architetto, presidente del PHI Italia, ricercatore e appassionato di edifici ad altissima efficienza energetica: CasaClima, NZEB e Case Passive.
Pur avendo competenze trasversali sono specializzato sui componenti dell'involucro opaco e trasparente ed i loro dettagli costruttivi.
Per sfruttare le sinergie presenti all'interno di un gruppo, mi piace collaborare con persone motivate e capaci di lavorare in squadra.

Nell'ambito della progettazione energetica, mi occupo di fornire soluzioni adeguate a privati, tecnici ed aziende.

Latest posts by Samuel Buraschi (see all)


Informazioni su Samuel Buraschi

Architetto, presidente del PHI Italia, ricercatore e appassionato di edifici ad altissima efficienza energetica: CasaClima, NZEB e Case Passive. Pur avendo competenze trasversali sono specializzato sui componenti dell'involucro opaco e trasparente ed i loro dettagli costruttivi. Per sfruttare le sinergie presenti all'interno di un gruppo, mi piace collaborare con persone motivate e capaci di lavorare in squadra. Nell'ambito della progettazione energetica, mi occupo di fornire soluzioni adeguate a privati, tecnici ed aziende.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.