Comfort di una Casa passiva 9


Il comfort di una Casa Passiva è uno dei due aspetti vincolanti, ed è il principale, l’altro è il criterio energetico dell’edificio, entrambi devono essere progettati e verificati.

Una Casa Passiva è un edificio ad elevatissimo livello di comfort e con altissime prestazioni energetiche.

L’energia

In una Casa Passiva il fabbisogno per la climatizzazione sia invernale che estiva (riscaldamento e raffrescamento) è bassissimo, talmente basso che è possibile riscaldare o raffrescare l’edificio con il solo impianto di ventilazione dell’aria.

I consumi sono inferiori  a 15kWh/m2anno

Il comfort

Il comfort è progettato attraverso una serie di requisiti come la tenuta all’aria e la temperatura superficiale delle pareti e la risoluzione dei ponti termici.

la temperatura superficiale interna in una Casa Passiva

Non è altro che la temperatura delle superfici interne, e devono essere tutte sopra i 17°C. Una temperatura superficiale elevata annulla il rischio di muffa, ed elimina la sensazione sgradevole legata all’asimmetria delle temperature (ad es. con vetro freddo e stufa calda, quando mi avvicino al vetro proverò una sensazione di discomfort).

In una Casa Passiva ad esempio possiamo “fermarci” a leggere un libro anche vicino ad una finestra oppure per terra: la sensazione di comfort è garantita.
Una Casa Passiva (o Passive House) si distingue quindi per gli altissimi livelli di qualità di vita e grazie ai suoi ridottissimi fabbisogni energetici si spende poco.

Come si raggiunge il comfort?

Attraverso una precisa scelta dei componenti e dei sistemi utilizzati per realizzare la casa. Nulla è lasciato al caso per raggiungere il comfort. In fase di progetto è fondamentale affidarsi e farsi accompagnare da un tecnico qualificato in edifici passivi.

Per raggiungere i massimi livelli di comfort nella vostra casa passiva i principali componenti che devono essere definiti sono:

  • finestre con telaio di legno, PVC o alluminio a taglio termico ma tutte con valori di Uf molto bassi
  • materiali isolanti ad elevate prestazioni sia di origine naturale che sintetica (attenzione il legno non è un materiale isolante),
  • impianti di ventilazione con recupero del calore statico o termodinamico con efficienza elevata (oltre il 75%)

Comfort e Ambiente

Oggi anche l’aspetto ambientale viene tenuto in considerazione, riducendo il consumo di fonti fossili e diminuendo la produzione di CO2.

La casa passiva offre un contributo attivo alla protezione dell’ambiente azzerando le emissioni di CO2, mantenendo altissimi livelli di comfort degli abitanti.

In quest’altro mio articolo trovate le impressioni di un committente

Comfort ed estetica

L’aspetto estetico di una casa passiva dipende solamente dal committente e da quello che preferisce.

Casa Passiva definisce uno standard di comfort ed energetico senza limitazioni alla progettazione e alla costruzione. A breve pubblicheremo dei post (su edificio che stiamo seguendo professionalmente) per far vedere che l’aspetto estetico dell’edificio non è importante per arrivare allo standard passivo.

Conclusioni

Si possono realizzare edifici delle forme più disparate ma bisogna bilanciare sapientemente tutti gli ingredienti per ottenere il risultato migliore.

La casa passiva è semplicemente una maggior specializzazione dei professionisti e degli artigiani coinvolti che curano la posa di tutti componenti (sono come un bravo chef e la sua brigata che prendono gli ingredienti e li lavorano per ottenere un meraviglioso piatto non necessariamente costoso).

Sia nella fase di progettazione che in quella esecutiva i dettagli costruttivi e la cura nella realizzazione sono la differenza tra un progetto mediocre e un progetto eccellente.

Nelle case passive i fabbisogni energetici residui, sono soddisfatti distribuendo il calore attraverso l’impianto di ventilazione interno.

La richiesta di energia può essere soddisfatta recuperando l’energia dalla cottura del cibo (a breve pubblicheremo la storia di Veronica che vive in una casa passiva). La grande casa di Veronica  si scalda, quando necessario, con un phone per asciugarsi i capelli (in realtà quando cucina e quando usa il phone l’impianto di ventilazione recupera l’energia e la ridistribuisce in tutta la casa).

Seguiteci e se avete dubbi chiedete informazioni:

 

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Marco Boscolo

Ingegnere libero professionista e mi occupo di effettuare prove e controlli di qualità in cantiere.

Per garantire l'alta efficienza energetica agli edifici, garantire un alto comfort, verificare eventuali possibili problemi futuri legati alla fisica tecnica (fisica in edilizia = muffe, condense, calcolo di dispersioni energetiche,...) mi sono specializzato in prove non distruttive.

Oggi affianco, tramite assistenza e consulenza di alto livello, i professionisti, aziende, impresari e i privati che intendono già in fase progettuale prevenire possibili futuri errori costruttivi, trasformando il cantiere in una esperienza di successo per tutti i partecipanti alla realizzazione dell'opera edile.

Latest posts by Marco Boscolo (see all)


Informazioni su Marco Boscolo

Ingegnere libero professionista e mi occupo di effettuare prove e controlli di qualità in cantiere. Per garantire l'alta efficienza energetica agli edifici, garantire un alto comfort, verificare eventuali possibili problemi futuri legati alla fisica tecnica (fisica in edilizia = muffe, condense, calcolo di dispersioni energetiche,...) mi sono specializzato in prove non distruttive. Oggi affianco, tramite assistenza e consulenza di alto livello, i professionisti, aziende, impresari e i privati che intendono già in fase progettuale prevenire possibili futuri errori costruttivi, trasformando il cantiere in una esperienza di successo per tutti i partecipanti alla realizzazione dell'opera edile.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

9 commenti su “Comfort di una Casa passiva