Edificio passivo per uffici: lavorare nel comfort 1

ufficio passivo progettazione marco boscolo

Trascorriamo una parte della nostra vita nei luoghi di lavoro e sono, solitamente, ambienti chiusi e confinati, un’altra parte della nostra vita la trascorriamo in casa (anche questo un luogo confinato) e una parte in auto o in mezzi di trasporto, perché non trascorrerli in luoghi confortevoli come un edificio passivo? Purtroppo solo una piccola parte della nostra vita la trascorriamo all’aperto.

Nelle auto il comfort è migliorato rispetto a poche decine di anni fa, ma negli edifici ancora no, o almeno non in tutti. In questo post vi vogliamo parlare di un edificio industriale nel quale i proprietari hanno deciso di investire sul comfort. Si tratta di un edificio per uffici collegato allo stabilimento di produzione e dal quale sfrutta parte del calore prodotto attraverso dei sistemi di recuperatori attivi a tutt’aria. Per quanto ne sappiamo è il primo del suo genere realizzato in Italia. Quali sono i vantaggi? Ad esempio non esistono impianti di riscaldamento tradizionale ma tutto viene controllato dall’aria che viene continuamente ricambiata con un tasso di 30 m3/h persona, vi sembra tanto? Dovreste provare il comfort e sopratutto il tenore di CO2 che è molto basso sotto gli 800 ppm.

Edificio passivo per uffici

I titolari dell’azienda (a breve pubblicheremo un post con una intervista) e i loro dipendenti hanno trascorso il primo inverno all’interno degli uffici e sono rimasti positivamente impressionati della qualità degli ambienti interni in termini di comfort e sulla qualità dell’aria interna sopratutto negli uffici destinati all’amministrazione che comportano un maggior affollamento di persone e di computer,

Ogni persona anche in attività sedentaria emette circa 80W mentre un computer di vecchia generazione può arrivare a 350 W, poi ci sono fotocopiatori, stampanti, luci, server e i carichi interni aumentano. Perché non sfruttare d’inverno questi carichi per riscaldare gli ambienti, nelle mezze stagioni per migliorare le temperature e d’estate eliminarli con la ventilazione e rendere gli ambienti confortevoli riducendo la necessità del condizionatore estivo. Vi sembra troppo difficile? Francamente no in questo post trovate descritta la progettazione preliminare di una palazzina per uffici di superficie lorda di circa 800 mq.

Edificio passivo per uffici: un caso realizzato

Ridurre l’impatto ambientale degli edifici (adottando lo standard di edificio passivo) è possibile e non servono materiali particolari e sofisticati è sufficiente una accurata progettazione dei dettagli costruttivi, del comportamento energetico dell’involucro e volendo del comfort delle singole zone.

Sul territorio italiano sono presenti molti tecnici in grado di aiutarvi e a breve cominceremo a intervistarli. Per adesso perdonate la presunzione ma vi ho presentato un mio lavoro che è stato recentemente certificato dal Passive House Institute Italia e costruito da Coppa Costruzioni usando il sistema UNI-KO, i calcoli preliminari e definitivi sono stati svolti con TAS (commercializzato in Italia da Ecodesign), il calcolo dei ponti termici con Mold Simulator di Dartwin e per la certificazione PHI Italia con Wufi Passive. Il lavoro è iniziato due anni fa e si è concluso in questi giorni con la consegna della targhetta da parte del PHI Italia e dell’inaugurazione ufficiale.

ufficio passivo progettazione marco boscolo

Ufficio passivo la fase di progettazione con la simulazione dinamica

Come vedete per raggiungere ambiziosi traguardi bisogna ormai lavorare in squadra, coinvolgendo nelle nelle soluzioni adottate fin dal progetto preliminare anche l’impresa costruttrice.

La maggior soddisfazione sono nelle parole della titolare dell’azienda proprietaria dell’edificio passivo ma questo sarà argomento di un prossimo post.

Marco Boscolo

Ingegnere libero professionista e mi occupo di effettuare prove e controlli di qualità in cantiere.

Per garantire l'alta efficienza energetica agli edifici, garantire un alto comfort, verificare eventuali possibili problemi futuri legati alla fisica tecnica (fisica in edilizia = muffe, condense, calcolo di dispersioni energetiche,...) mi sono specializzato in prove non distruttive.

Oggi affianco, tramite assistenza e consulenza di alto livello, i professionisti, aziende, impresari e i privati che intendono già in fase progettuale prevenire possibili futuri errori costruttivi, trasformando il cantiere in una esperienza di successo per tutti i partecipanti alla realizzazione dell'opera edile.

Latest posts by Marco Boscolo (see all)


Informazioni su Marco Boscolo

Ingegnere libero professionista e mi occupo di effettuare prove e controlli di qualità in cantiere. Per garantire l'alta efficienza energetica agli edifici, garantire un alto comfort, verificare eventuali possibili problemi futuri legati alla fisica tecnica (fisica in edilizia = muffe, condense, calcolo di dispersioni energetiche,...) mi sono specializzato in prove non distruttive. Oggi affianco, tramite assistenza e consulenza di alto livello, i professionisti, aziende, impresari e i privati che intendono già in fase progettuale prevenire possibili futuri errori costruttivi, trasformando il cantiere in una esperienza di successo per tutti i partecipanti alla realizzazione dell'opera edile.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Un commento su “Edificio passivo per uffici: lavorare nel comfort